PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA

You are here: Cosa fare e dove > Lavoratori fragili

Lavoratori fragili

UFFICIO
Staff di Dirigenza

RESPONSABILE
Prof. Amedeo Di Pietro

TELEFONO:

0761826248 int. 7

SCADENZA
entro la prima settimana di servizio

INFORMAZIONI:

A segutio della pandemia e ai sensi della nuova definizione proposta dalle “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia”, i “lavoratori fragili” sono individuati fra i lavoratori “affetti da alcune tipologie di malattie cronico degenerative (ad es. patologie cardiovascolari, respiratorie e dismetaboliche) o in presenza di patologie a carico del sistema immunitario o quelle oncologiche (indipendentemente dall’età) che, in caso di comorbilità con l’infezione da SARS-CoV-2, possono influenzare negativamente la severità e l’esito della patologia”.

Per i lavoratori fragili di cui alla più recente definizione, il Dirigente Scolastico assicura la “sorveglianza sanitaria eccezionale”, a richiesta del lavoratore interessato attraverso il medico competente (nominato per la sorveglianza sanitaria ex art. 41 del D.Lgs. 81/08). 

La procedura, avviata da una richiesta da parte dello stesso lavoratore attraverso un certificato prodotto da un medico pubblico che attesti una o più patologie, si realizza con la verifica da parte del medico competente, previa visita medica se dallo stesso ritenuta necessaria, riguardante la severità delle malattie e del quadro patologico del lavoratore. In dipendenza dell’esito di tali accertamenti, il medico competente segnala al Dirigente Scolastico l’eventuale qualità di “lavoratore fragile” del lavoratore in esame con l’indicazione di eventuali misure di prevenzione aggiuntive.

ADEMPIMENTI:

Il personale neoassunto dell’Istituto, che ritiene di essere in condizione di fragilità, dovrà avanzare nel più breve tempo possibile( tramite mail al protocollo dell'Isituto vtis00900l@istruzione.it), specifica richiesta di essere sottoposto a sorveglianza sanitaria straordinaria, allegando le certificazioni mediche che attestino la presenza di una o più patologie riconducibili alla situazione di fragilità. 

Successivamente  la certificazione verrà  inoltrata al Medico Competente dell’Istituto, il quale valuterà la necessità sottoporre il dipendente a vista medica, previo appuntamento concordato con lo stesso. 

nach oben